perché puntare sui Reels

Perché puntare sui Reels?

Che Instagram sia diventato il regno dei video già lo sapevamo, ma ora lo stesso Adam Mosseri ci dice di puntare sui Reels; in questo articolo vedremo insieme come mai e cosa dicono le statistiche al riguardo.

I social sono luoghi virtuali in continuo movimento, non solo per la quantità di utenti che li popolano e che su di essi pubblicano contenuti, ma anche perché si modificano ed evolvono con il tempo. Ricordiamo la questione di “Instagram sta diventando come TikTok”, che ha scatenato tantissime critiche… ricordiamo anche che negli anni il logo del social è cambiato, così come il suo layout e le possibilità che ha iniziato ad offrire agli utenti!

Non so se vi ricordate che, prima, non esistevano i caroselli (qui scoprite perché dovreste creare sempre più caroselli), le stories e men che meno i Reels!


I Reels

I Reels, su cui oggi tutti puntano, sono un tipo di contenuto particolare: sono video di breve, media o lunga durata che possono essere pubblicati sul proprio profilo e modificati a seconda di gusti e necessità. È, infatti, possibile applicare filtri, musiche ed effetti speciali.

puntare sui Reels

Perché puntare sui Reels?

Perché puntare sui Reels? Innanzitutto, vi basta aprire Instagram per rendervi conto che sono proprio i Reels ad essere il tipo di contenuto più pubblicato e più visualizzato (anche da voi, ammette che perdete molto tempo a visualizzare i reel! Lo facciamo anche noi di Piano Social… ops!)

Oltre ad osservare il social stesso e le nostre abitudini, abbiamo la conferma del fatto che sia giusto puntare sui Reels anche da diversi report.

I Reels, infatti, generano molta più copertura di stories e post. Adam Mosseri ha esplicitamente detto che i video sono in crescita e che sono tra le ultime tendenze dell’ultimo anno.


Cosa dicono le statistiche

Abbiamo studiato qualche grafico grafico di HypeAuditor e quello che è emerso è sorprendente (anche non del tutto inaspettato):

Su un campione di 77,6 milioni di contenuti pubblicati nel luglio di quest’anno, è emerso che:

  • I contenuti più pubblicati dagli utenti continuano ad essere singoli post con immagini
  • I caroselli sono la seconda tipologia di post più pubblicata
  • I Reels (che non sono ancora pubblicati con costanza dagli utenti), ricevono molti più like, commenti, visualizzazioni e reactions di qualsiasi altro contenuto.

I Reels, quindi, sono il contenuto migliore se si vogliono massimizzare copertura ed engagement, specialmente ora che sono ancora pochi i profili privati o aziendali che pubblicano Reels.

Share:

Diventa un social lover

Ricevi direttamente via mail notizie, curiosità e articoli sul mondo social e digital.