giornata del social media manager

Com’è la giornata tipo di un social media manager?

Com’è la giornata tipo di un social media manager? Con la diffusione dei social network, quella del social media manager è diventata una figura molto importante, che può essere un freelance o lavorare in una digital agency.

Riuscire a mantenere un contatto diretto coi clienti, gestire i profili social ufficiali di un’azienda, aumentare la conoscenza del marchio, far crescere le vendite grazie a campagne mirate di digital marketing: sono tutti compiti svolti da una figura professionale, il social media manager, che fino a pochi anni fa non era così ricercata come oggi. In questo articolo vedremo com’è organizzata la sua giornata tipo e di cosa si occupa precisamente.

Primo step: e-mail e news

La giornata tipo di un social media manager inizia sempre con una verifica della posta elettronica, delle notifiche e del feed reader. Questo significa controllare che tutto sia perfettamente in ordine e al posto giusto.

Importante è essere costantemente aggiornati sulle ultime notizie del settore, selezionando le fonti migliori e più affidabili.

Secondo step: check delle notifiche dei clienti

Dopo un primo controllo dell’e-mail bisogna andare sui canali dei clienti per avere conferma che tutto sia in regola.

Le notifiche devono essere sotto controllo, lo stesso vale per l’engagement, le metriche e gli insight: bisogna occupare questa parte della giornata con una buona attività di controllo anche per evitare che si sviluppino eventuali discussioni negative che potrebbero danneggiare il cliente.

Spesso la pagina social di un brand è il primo contatto di un’azienda col cliente: può attirare e fidelizzare il cliente ma può anche provocare importanti ricadute sulla reputazione aziendale, se non gestita adeguatamente.

Terzo step: incontro col cliente e pianificazione della strategia 

Quando il social media manager entra in contatto con un nuovo cliente, fondamentale è il primo incontro. Il SMM deve conoscere il brand/attività del cliente per stabilire gli obiettivi da raggiungere sui quali poi costruire la strategia di comunicazione su misura.

Una volta stabilita la strategia è necessario avere del materiale fotografico da utilizzare successivamente nei post, per il sito o blog. Bisogna quindi fissare uno shooting con un fotografo che sappia cogliere l’essenza del brand sotto le direttive del social media manager.

Quarto step: stesura del piano editoriale per i clienti

Una volta definita la strategia e ottenuto il materiale fotografico, il social media manager è pronto per iniziare la stesura del piano editoriale per il cliente. Il piano editoriale è un documento che serve a pianificare la pubblicazione sui social, sui siti o sul blog.

Un buon piano richiede una strategia precisa che deve tenere conto di alcuni elementi fondamentali:

  • l’obiettivo di comunicazione che il cliente vuole raggiungere  
  • il target di riferimento e quindi gli argomenti da trattare
  • lo studio dei competitor per capire quali sono i contenuti che vengono considerati più interessanti dal target di riferimento
  • lo stile di comunicazione, che deve essere creativo
  • il tone of voice, che deve essere in linea col brand e adeguato al pubblico a cui si rivolge.

Se vuoi avere maggiori informazioni su come si costruisce un piano editoriale clicca qui.

Quarto step: pubblicazione dei contenuti approvati del cliente e analisi dei risultati

Una volta che il piano editoriale è stato approvato dal cliente il SMM pubblica i post sulle pagine ufficiali, che sia un post su Facebook o un’immagine su Instagram. Si preoccupa quindi che immagini e video siano della qualità richiesta dalle piattaforme e adatte al target di riferimento.

Oltre alla pubblicazione dei post, il social media manager si preoccupa di moderare i commenti e le interazioni dei clienti, rispondendo alle richieste di chiarimento e intervenendo tempestivamente nel caso di incidenti o critiche, che devono sempre essere gestite con professionalità.

Successivamente fa un’analisi dei primi risultati delle pubblicazioni più recenti e cura la reportistica di quelle precedenti, in modo da informare con continuità il cliente riguardo ai risultati raggiunti.

Riassumendo: le task principali del social media manager

Come abbiamo osservato, il social media manager lavora tenendo sempre presenti: le caratteristiche del brand per cui lavora, i clienti target a cui si rivolge, gli obiettivi delineati insieme al cliente.

Quindi, riassumendo, le task principali di un social media manager sono:

  • produrre contenuti di qualità
  • gestire il rapporto col fotografo, con i copywriter e gli influencer 
  • rapportarsi con le altre aree coinvolte (comunicazione al marketing, responsabili sales etc)
  • gestire la community in autonomia, garantendo risposte rapide e corrette
  • pianificare e gestire campagne pubblicitarie e campagne di adv
  • analizzare i risultati ottenuti e gli insights, grazie ai principali strumenti forniti da Facebook o Google.

Perché assumere un social media manager?

Il social media manager ha un ruolo fondamentale nell’aiutare il brand/azienda a:

  • far aumentare la brand awareness
  • migliorare la reputazione dell’azienda/brand
  • aumentare l’engagement dei follower del cliente
  • rendere più efficaci le campagne di marketing
  • contribuire ad aumentare le vendite.

Share:

Diventa un social lover

Ricevi direttamente via mail notizie, curiosità e articoli sul mondo social e digital.