Social media concept. Uomini d'affari aumentano il proprio Engagement Rate ricevendo molte interazioni.

Cos’è l’Engagement Rate? A cosa serve?

Cos’è l’Engagement Rate? L’Engagement Rate, o tasso d’interazione, è una metrica molto utilizzata nel social media marketing e misura le interazioni ottenute da un profilo con i suoi post in rapporto al numero di follower.

L’Engagement Rate è lo strumento in grado di smascherare i profili che fanno uso di strumenti per aumentare il numero di follower.

Infatti i profili con molti follower inattivi avranno un Engagement Rate molto basso, poiché le interazioni avvengono solo con i follower attivi.

Approfondendo questo argomento prendiamo in considerazione dei profili di diverse dimensioni, così da comprendere la percentuale di Engagement Rate in questi profili per essere in grado poi di valutare realmente quando un profilo ha follower inattivi.

Un profilo che possiamo prendere in esempio è NeN, con 14,5 mila follower e un Engagement Rate dell’8,74% che è molto alto rispetto alla percentuale attesa per un profilo di queste dimensioni che si attesta attorno al 3% circa.

All’aumentare del numero di follower questa percentuale tende a calare verso lo zero, per esempio Chiara Ferragni ha un Engagement Rate del 2%, però con 24 milioni di follower.

Certamente un profilo con 10mila follower con un Engagement Rate del 2% inizia ad essere sospetto, e indagando il motivo per cui i follower interagiscano così poco si può trarre una conclusione rispetto alla veridicità e attività dei follower.

Social media marketing, interazioni sui social e analisi.

Cosa si intende per interazioni?

Tutti i clic eseguiti su un contenuto sono interazioni, per esempio su Instagram sono i like, i commenti e le condivisioni.

Ottenere molte interazioni con il pubblico è importante per creare una fanbase e mantenere i follower sul profilo.

Aumentare il numero di interazioni contribuisce ad incrementare l’Engagement Rate.

Quindi cos’è l’Engagement Rate?

L’Engagement Rate è una formula matematica e consiste nella media delle interazioni nei post diviso il numero di follower in percentuale.

Il risultato sarà una percentuale probabilmente molto bassa, il che è assolutamente normale.

L’algoritmo di Facebook e Instagram infatti si sta evolvendo costantemente riducendo sempre di più la visibilità dei post organici, per esempio Instagram mostra l’ultimo post pubblicato in media solo al 10% dei follower.

Tra Engagement Rate e follower c’è un rapporto inversamente proporzionale, poiché diminuisce all’aumentare del numero di follower.

Monitoraggio delle statistiche social tramite computer.

A cosa serve l’Engagement Rate?

L’Engagement Rate serve per comprendere quanto una pagina riesca a spingere i follower a interagire con i post.

Monitorare l’evoluzione dell’Engagement Rate nel corso del tempo è fondamentale per studiare la propria fanbase.

Conoscendo questi dati si può capire quali contenuti sono apprezzati dal pubblico e quali non generano abbastanza interazioni.

Uno strumento gratuito molto utile per le statistiche relative all’Engagement Rate di Instagram è Not Just Analytics (ex Ninjalitics), all’interno di questo tool si possono analizzare anche altri account oltre al proprio.

Il nostro consiglio per studiare e comprendere al meglio questa metrica è quello di usare questo sito e analizzare alcuni profili.

Provando ad analizzare profili di diverso tipo, potrai prendere confidenza con l’Engagement Rate e comprendere al meglio come interpretare i valori.

Divertiti a studiare gli altri profili e scopri come aumentare il tuo Engagement Rate!

Share:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su vk
Condividi su whatsapp