social marketer

Chi è il social marketer

Al giorno d’oggi la comunicazione e il marketing hanno come canale principale i social network: tutto ciò ha dato vita alla figura del social marketer, nata relativamente da poco ma ormai sempre più richiesta dalle aziende.

Il social marketer è fondamentale per avere una gestione social professionale e al passo coi tempi, che possa promuovere al meglio il nostro brand online.

Chi è e di cosa si occupa questa figura? Vediamolo insieme in questo articolo.

Quali sono i compiti di un social marketer?

Chi non vorrebbe avere più follower e like dei propri competitor sui social?

A volte, tuttavia, il tempo disponibile per gestire le pubblicazioni sui social scarseggia. Creare grafiche e post efficaci ed esteticamente belli non è semplice quanto possa sembrare, soprattutto se lo si deve fare con costanza.

Per questo motivo, sempre più aziende assumono professionisti del social media marketing, o si affidano ad agenzie esterne specializzate in strategie digital, come noi di Piano Social.

In generale, il social marketer si occupa di pianificare ed eseguire una strategia di marketing che ha come canali i social media.

L’obiettivo principale, è quello di dare l’immagine migliore, più professionale e vicina ai valori del brand possibile, creando una community fidelizzata e fornendo al brand nuovi contatti di potenziali clienti.

Un social marketer può avere vari compiti, a seconda delle necessità specifiche del cliente o l’azienda per cui lavora: vediamo di quali si tratta.

Contenuti social

Creare contenuti per i profili social è sicuramente alla base del lavoro di un social marketer.

Pubblicare post in modo costante e coerente è una regola aurea dei social network: Instagram e Facebook oggi sono alla base di ogni strategia social di successo, corredati in alcuni casi da Linkedin, YouTube, e più recentemente TikTok.

Il tipo e il numero dei social network usati varia in base alle dimensioni e le necessità di ognuno, così come il numero dei post: tutto di pende da cosa si vuole comunicare e a chi.

Ciò che spesso manca nella gestione social “fai da te” di alcune aziende è un progetto e una strategia di marketing ben chiara che dia un’identità forte e coerente al brand.

È proprio qui che entra in gioco il social marketer, che si occupa dei singoli contenuti, ma soprattutto della cosiddetta bigger picture.

Customer Care

Rispondere ai commenti, i messaggi e le recensioni fa parte del cosiddetto customer care, attività spesso sottovalutata ma fondamentale.

Mostrare ai nostri clienti – e potenziali tali – che la loro opinione per noi conta è molto importante per creare una relazione di fiducia con la community, e rendere il nostro brand immediatamente più umano e affidabile.

Campagne social

I post organici, ovvero quelli pubblicati normalmente sui nostri profili, ormai non bastano più per crescere significativamente.

Soprattutto se si vogliono aprire dei profili da zero, è utile ricorrere a post sponsorizzati e campagne ads sui social, che possano far sì che i nostri contenuti raggiungano il target adatto, che altrimenti li vedrebbe difficilmente.

Il social marketer, oltre a creare i contenuti che costituiranno le nostre ads, si occupa poi di analizzare i dati statistici delle loro performance e ottimizzarle strada facendo.

Individuare il target, capire come raggiungerlo, stabilire il budget giusto, e scegliere le tipologie di campagne più adatte fra le decine disponibili sono tutti compiti del marketer.


Come vedete, non è così semplice!

Per svolgere al meglio l’attività di social marketer serve da un lato una buona dose di creatività, ma anche e soprattutto delle buone doti analitiche e strategiche: la sola creatività senza un buon piano di marketing non ci porta troppo lontano.

Share: