Squid Game

Squid Game: gli ingredienti del successo

Squid Game, serie tv sudcoreana prodotta da Netflix e disponibile su Netflix, Sky Q e NOW Smart Stick, sta facendo letteralmente impazzire il web. Netflix ha annunciato che la serie, che è già la più vista fra quelle non in inglese sulla piattaforma, ha buone chance di diventare presto il suo maggior successo di sempre, in modo del tutto inaspettato: il pitch della serie era stato rifiutato per anni dagli studios locali prima di trovare il successo mondiale.

Ma a cosa è dovuto tutto questo hype?

Squid Game è una serie distopica in cui un gruppo di 456 persone che vivono oppresse da povertà e debiti vengono contattate da un’organizzazione top secret per partecipare a un gioco. La posta in palio è un’enorme somma di denaro che permetterebbe loro di uscire dalla povertà. Ben presto, però, si rendono conto che a essere in gioco è anche la loro vita, in una serie di sfide basate su giochi per bambini, in cui i perdenti vengono letteralmente eliminati morendo in modi terribili.

Fenomeno social

La Gen Z si è appassionata velocemente alla serie, rendendola uno dei trend più caldi su TikTokqui un anno fa vi avevamo parlato del suo algoritmo – con due filtri dedicati. Uno, ispirato al gioco di 1,2,3 Stella rivisitato in stile Squid Game (e dunque mortale) che si vede nel primo episodio, l’altro che permette di intagliare virtualmente il biscotto Dalgona al centro di uno dei giochi nella serie. Anche Instagram non ha perso tempo, proponendo il suo filtro dedicato alla a Squid Game.
Non solo filtri, ma anche una challenge culinaria vera e propria, in cui si è cimentata anche la popolare TikToker italiana @adrianathrr preparando l’ormai celebre dolcetto coreano.

Anche i colossi come Amazon non sono potuti rimanere indifferenti alla serie: Jeff Bezos ha fatto personalmente i complimenti a Netflix e i creatori della serie per il successo internazionale senza precedenti, dicendo di non vedere l’ora di guardare Squid Game. Non male come testimonial!

Curiosità

Un grande successo, ma anche qualche problema per Netflix. Nel primo episodio, infatti, il protagonista riceve un biglietto da visita con un numero di telefono che appartiene a una persona reale. Da quando la serie è in onda, la proprietaria del numero ha ricevuto migliaia di chiamate, denunciando la cosa e ottenendo le scuse di Netflix, che ha rimosso il frame in cui compariva.

La stessa cosa è successa con un IBAN, questa volta appartenente a uno dei produttori della serie, che ha cominciato a ricevere versamenti di piccole somme da parte dei fan della serie. Precisamente, bonifici da 456 won (33 centesimi). Non una somma a caso, ma una cifra che strizza l’occhio alla trama della serie, dove il premio in palio per il vincitore dello Squid Game è proprio di 4,56 miliardi di won (qualche milione in euro).

I protagonisti di Squid Game con la loro divisa: tuta vintage e Vans slip on bianche

Anche il brand Vans si è trovato involontariamente travolto da questo enorme successo. I protagonisti della serie, infatti, indossano delle Vans slip on bianche: nei giorni successivi alla messa in onda, le “squid shoes” hanno registrato un +145% nelle vendite: numeri mai visti per quel modello. Vans ringrazia!

Un successo inaspettato, che ha travolto il mondo dei social e deliziato i più giovani, ma allo stesso tempo inquietato molti adulti a causa della forte violenza mostrata e la paura che le challenge TikTok si spingano un po’ troppo in là nell’imitare i “giochi” della serie.

E voi, lo avete già visto Squid Game?

Share:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su vk
Condividi su whatsapp