youtube illustration

Quali differenze ci sono tra Streamer e Youtuber?

Il mondo delle piattaforme video sta cambiando rapidamente. Negli ultimi 10 anni la figura dello Youtuber è stata ampiamente discussa ed analizzata, ma oggi con l’esplosione di Twitch abbiamo bisogno di chiarire un ulteriore aspetto. Quali differenze ci sono tra Streamer e Youtuber?

YOUTUBER

Lo Youtuber è un soggetto che, tramite un canale Youtube, produce contenuti video seguiti da una community. Il suo guadagno dipende per lo più dagli introiti di Youtube e sponsorizzazioni sul proprio canale.

Non pensate che sia solo un hobby, o una cosa da ragazzini. Lo Youtuber può essere un vero e proprio lavoro che, solo nei casi più importanti, può portare anche ad un discreto guadagno. La piattaforma di proprietà di Google ormai è piena di canali seguitissimi che portano argomenti di varia natura (dai videogiochi ai podcast, per poi passare al tech, al vlogging e tanti altri).

Questi soggetti oggi sono diventati tra i principali canali di sponsorizzazione di prodotti o servizi, in quanto riescono a comunicare i propri contenuti ad un’audience estremamente specifica, in quanto solitamente questi canali tendono a trattare di argomenti specifici e si presuppone che i subscriber del canale siano fortemente interessati a quell’argomento.

youtube app iphone
Szabo Viktor via Unsplash

STREAMER

La figura dello streamer è decisamente più giovane, nata negli ultimi anni grazie a piattaforme come Twitch (proprietà di Amazon, se siete interessati a conoscerla meglio cliccate qui per leggere il nostro articolo a riguardo).

Parliamo di un soggetto che crea contenuti live audiovisivi per lo più inerenti al mondo del gaming o al mondo dell’intrattenimento (come i podcast ad esempio). Questa figura in Italia sta esplodendo da circa due anni, a differenza di altri stati come gli USA, dove è presente già da almeno 6 anni.

Per quanto possano sembrare simili, queste due figure si differenziano tanto quanto si differenziano le piattaforme su cui essi operano. Nonostante ciò, un trend recente ci riporta come queste due figure si stiano piano piano mixando, diventando due facce della stessa medaglia.

L’evoluzione dello Youtuber in Streamer

Le persone che seguono il mondo di Youtube avranno notato come la piattaforma si stia arricchendo sempre più di contenuti definibili come highlights di live streaming, riportante su YT come una sorta di libreria dove, chi non è riuscito a seguire la streaming live, può andare a ritrovare tali contenuti ed aggiornarsi sui suoi creatori di contenuti preferiti.

Quindi, se prima le due figure erano ben distinte, oggi non lo sono poi così tanto. Certo c’è da dire che il modus operandi tra le due è decisamente diverso, infatti se lo youtuber registra dei video, li monta e poi li pubblica (anche giorni dopo), lo streamer deve svolgere il suo lavoro in live, senza possibilità di tagli o di coperture in periodi nei quali non può essere attivo.

Ma come mai gli Youtuber stanno approcciando sempre più a piattaforme di live streaming come Twitch? Beh, la risposta è abbastanza semplice e potremmo dividerla in due punti:

  • La questione monetaria: bisogna sfatare un mito, Youtube non paga bene, anzi paga pochissimo. Questo significa che senza delle sponsorizzazioni importanti, un canale non può sopravvivere da solo. La cosa cambia su Twitch dove gli introiti sono molto più elevati, sia a livello di pubblicità che a livello di entrate da abbonamenti;
  • L’esplosione di Twitch: come disse Marco Montemagno in un suo video su Youtube: “meglio essere Capitan Harlock su più piattaforme che essere Batman in una sola”. È un affermazione discutibile se non contestualizzata, ma in questo caso ci sentiamo sicuramente di assecondarla. Infatti, con l’esplosione di Twitch molti Youtuber, vedendo l’aumentare dell’audience sulla piattaforma e gli incassi più elevati, hanno ben pensato di farne parte.
twitch app smartphone
Caspar Camille Rubin via Unsplash

Conclusioni

Ogni anno con le innovazioni tecnologiche e la creazione di nuove piattaforme, nascono sempre più nuove figure professionali che piano piano portano a dei cambiamenti significativi sul mercato.

Capire ciò che accumuna e ciò che differenzia le figure dello Youtuber e dello Streamer può sembrare futile ma in realtà è esattamente l’opposto. Basta pensare a quanti grandi marchi oggi cominciano ad appoggiarsi ad essi per raggiungere sempre più persone, a costi molto più bassi ma con risultati estremamente più positivi di vecchie pratiche come la pubblicità televisiva, o per certi versi la pubblicità sui classici social network.

Share:

Diventa un social lover

Ricevi direttamente via mail notizie, curiosità e articoli sul mondo social e digital.