pop corn

Lo streaming sta uccidendo il cinema?

Il mondo del cinema negli ultimi anni si è trovato intimidito dalla velocissima ascesa delle piattaforme streaming. La pandemia ha sicuramente alimentato questo fenomeno, minacciandolo sempre di più.

Lo streaming sta quindi cambiando il valore culturale che ha sempre avuto il cinema?

Netflix

La scalata delle piattaforme streaming

Le piattaforme streaming esistono ormai da decenni, sono delle vere e proprie macchine di contenuti. Ogni mese, se non ogni settimana, ci offrono prodotti nuovi di zecca o ci ripropongono alcune perle rare che non vedevamo da tempo: possiamo tranquillamente passare dall’ultima novità ad un film d’autore con un click.

Queste piattaforme ci hanno indubbiamente semplificato e alleggerito la vita. Ci hanno offerto la possibilità di scegliere tra un catalogo di film e serie tv veramente molto ampio, in grado di racchiudere i gusti di tutti. E’ ormai da diverso tempo che hanno invaso le nostre vite, ma nell’ultimo anno la loro crescita è stata fuori dal comune.

Le restrizioni imposte dalla pandemia hanno naturalmente colpito anche i cinema e in questo modo tutte le uscite previste per i mesi successivi a marzo 2020 vennero sospese. La soluzione più pratica per far fronte a questa situazione è stata lo streaming .

Netflix, Prime Video, Chili e chi più ne ha più ne metta, si sono trasformate in delle sale cinematografiche. Infatti tutti i film che non sono usciti regolarmente nelle sale erano visibili in almeno una di queste piattaforme; in alcuni casi, c’era anche la possibilità di acquistare il singolo film, senza necessariamente sottoscrivere un abbonamento.

Il noleggio o l’acquisto della singola pellicola e non di tutto il catalogo era, ma è ancora oggi, un meccanismo molto vicino a quello che è il cinema. Non si acquista più il biglietto per vedere una singola volta quel film, ma noleggiandolo o acquistandolo, allo stesso prezzo di un tradizionale biglietto, lo stesso film può essere visto più di una volta. Punto a favore dello streaming!

In più, non potendo uscire di casa, qualsiasi film nuovo o vecchio che fosse, poteva essere visto comodamente dal proprio divano.

Come si potrebbe immaginare i servizi streaming già esistenti, in questi ultimi mesi, hanno subito un’impennata del numero di abbonati. Parallelamente a ciò sono nate anche nuove piattaforme e il fenomeno non ha fatto altro che diffondersi sempre di più.

Il cinema ritornerà in sala?

Queste piattaforme hanno permesso di guardare i film dal comfort del proprio divano, il che è sicuramente comodo e hanno aiutato i film indipendenti a raggiungere un pubblico molto più ampio di quello che avrebbero raggiunto con la distribuzione nelle sale

Adesso però il covid ci sta lasciando respirare un po’, le sale cinematografiche hanno riaperto e abbiamo la possibilità di tornarci. Le persone sentiranno la necessità e la voglia di tornarci o continueranno a preferire la comodità del proprio salotto?

Le grandi multisale sono più quotate per la lotta alla sopravvivenza tra cinema e streaming, anche se è ormai possibile vedere film commerciali un po’ ovunque. Le piccole sale, invece, sopravviveranno grazie al cinema indipendente che verrà sostenuto da tutte quelle persone che amano il cinema come forma di comunicazione.

Il cinema sopravviverà allo streaming come il teatro è sopravvisuto alla televisione perchè nulla potrà sostituire il piacere di vedere un film al buio, su un maxi schermo tra risante, sussurri e odore di pop corn al burro.

Sala cinema

Share:

Diventa un social lover

Ricevi direttamente via mail notizie, curiosità e articoli sul mondo social e digital.