Festival di Sanremo - Piano Social

Festival di Sanremo: perché lo amiamo così tanto?

Il Festival di Sanremo è una delle manifestazioni televisive più importanti e longeve d’Italia. Nato nel 1951, ha attraversato decenni di storia e cambiamenti, rimanendo sempre un appuntamento imperdibile per il pubblico italiano di tutte le età.

La storia del Festival di Sanremo

La prima edizione del Festival di Sanremo si è svolta dal 29 al 31 gennaio 1951 al salone delle feste del Casinò di Sanremo. La giuria era composta da 200 rappresentanti della stampa, della radio e della televisione, e la manifestazione è stata trasmessa in diretta radiofonica. Il vincitore della prima edizione è stato Nilla Pizzi con il brano “Grazie dei fiori”.

Negli anni successivi, il Festival di Sanremo ha subito una serie di modifiche. Dal 1953, la manifestazione si svolge presso il teatro Ariston di Sanremo, e dal 1966 è trasmessa in diretta televisiva. Nel 1971, il Festival di Sanremo è stato diviso in due sezioni, una dedicata ai cantanti professionisti e una dedicata ai giovani talenti. Nel 1997, la manifestazione è stata estesa a cinque serate.

Le prime edizioni del Festival furono caratterizzate da un’atmosfera più seriosa e tradizionale, con un’attenzione particolare alla musica classica e alla canzone italiana d’autore. Nel corso degli anni, ha subito anche alcune evoluzioni dal punto di vista musicale, aprendosi ad altri generi – più apprezzati anche dai giovani – come il rock e il rap. 

Non è (più) un Festival per vecchi

Sanremo è stato a lungo considerato un evento “da vecchi”, destinato principalmente a un pubblico adulto. Negli ultimi anni, però, l’evento ha registrato una crescente popolarità anche tra i giovani.

Ci sono diversi fattori che hanno contribuito a questo cambiamento. Innanzitutto, l’apertura al mondo digitale ha permesso ai giovani di partecipare attivamente all’evento, commentando le esibizioni, votando i propri favoriti e creando contenuti originali (sì parliamo di meme!).

In secondo luogo, la scelta di Amadeus di puntare su un format più moderno e coinvolgente ha reso il Festival più attrattivo per un pubblico più giovane, a partire dalla scelta degli artisti in gara. Non neghiamo che resistere 5 sere di fila fino alle 2 di notte sia difficile, ma almeno ne vale la pena!

Le potenzialità del Festival di Sanremo per i brand

Il Festival di Sanremo è inoltre diventato sempre più attraente anche per i brand, che possono sfruttarlo per raggiungere un pubblico ampio e variegato.

In primis sono sempre di più le aziende che decidono di creare spot ad hoc da mandare in onda durante le serate del Festival. Ovviamente a caro prezzo! Se siete curiosi potete dare una sbirciata ai prezzi di Rai pubblicità qui. Ma oltre a questo i brand possono sfruttare questa settimana per creare contenuti di real time marketing per i loro profili, utilizzando meme e non solo. 

Negli ultimi anni è difficile parlare del Festival e non nominare il Fantasanremo. DI questo gioco ve ne abbiamo già parlato in questo articolo l’anno scorso ma quest’anno le cose sembrano ancora più serie. Sono infatti sempre di più le aziende che stanno supportando l’iniziativa, creando la propria lega e addirittura avendo delle regole dedicate nel regolamento. 

Il Festival di Sanremo è un evento in continua evoluzione, che si adatta ai cambiamenti del pubblico e dei tempi. La sua capacità di rinnovarsi è uno dei motivi del suo successo, che continua a crescere anche tra i giovani. Voi lo seguite?

Share:

Diventa un social lover

Ricevi direttamente via mail notizie, curiosità e articoli sul mondo social e digital.