Facebook Ads

Facebook Ads: Crea la tua campagna

Volete scoprire cosa c’è dietro le quinte delle pubblicità che vedete su Facebook e Instagram? Volete iniziare a creare le vostre pubblicità tramite Facebook Ads? Siete nel posto giusto! Oggi parliamo di come funziona la creazione di una campagna su questa piattaforma.

Requisiti:

  • Account Facebook personale
  • Pagina Facebook e eventualmente pagina Instagram
  • Business Manager
  • Account pubblicitario (che potrete creare sul business manager andando alla voce account pubblicitario e premendo su aggiungi nuovo e successivamente crea nuovo account pubblicitario)

Sezioni:

Facebook Ads

Facebook Ads: Gestione inserzioni

Come sapete, Facebook Ads possiede un portale dedicato alla creazione e gestione delle campagne pubblicitarie, il suo nome è Gestione Inserzioni. È disponibile anche l’app su dispositivi mobili, ma vi raccomandiamo di utilizzarla solo per monitorare le campagne, per la creazione di campagne consigliamo l’accesso desktop.

Questa pagina vi fornirà tutto ciò di cui avete bisogno per creare una campagna pubblicitaria, vi basta scegliere il vostro account pubblicitario e possiamo partire con la creazione della campagna.

Com’è strutturata una campagna?

Le campagne sono strutturate su 3 livelli, in questo ordine gerarchico: Campagna, Gruppo di Inserzioni, Inserzioni.

Ogni livello ha il suo compito preciso e sotto di ognuno ci devono essere uno o più livelli. Una campagna deve essere composta da uno o più gruppi di inserzioni e un gruppo di inserzioni deve essere composto da una o più inserzioni.

Primo livello: Campagna

Questo è il livello principale, quello in cui si decide l’obbiettivo della nostra pubblicità. È composto da undici obbiettivi suddivisi in tre categorie: Notorietà, Considerazione e Conversione. In questo livello si può definire il budget della pubblicità, anche se nella maggior parte dei casi è meglio impostarlo nel gruppo di inserzioni per aver un maggiore controllo della propria spesa. Impostando il budget in questo livello sarà ottimizzato tra i gruppi di inserzioni, secondo un algoritmo di Facebook. La spesa sarà ottimizzata in base ai gruppi ritenuti più performanti dalla piattaforma. È comunque possibile inserire dei limiti per avere un controllo su massimi e minimi di spesa per gruppo di inserzioni.

Facebook ads
Ecco come si presenta la scelta dell’obbiettivo nella fase di creazione della campagna.

Notorietà

Questa categoria è la più ampia ed è utilizzata per far conoscere il proprio brand, gli obbiettivi presenti hanno l’obbiettivo di raggiungere più persone possibili al minor costo. Questi obbiettivi sono due: Notorietà del brand e Copertura.

Notorietà del brand si occupa di mostrare l’inserzione alla maggior parte del pubblico possibile e verificare che ne rimanga impresso un ricordo, mentre Copertura si occupa di cercare di prendere più pubblico possibile al minor costo.

Considerazione

Questa categoria si occupa invece di chiedere all’utente di effettuare un’azione specifica legata al tuo brand. Gli obbiettivi possibili sono 7: Traffico, Interazioni, Installazioni dell’app, Visualizzazioni del video, Generazione di contatti e Messaggi.

Traffico seleziona utenti che tendono a cliccare sui link delle inserzioni ed è utilizzata solitamente per mandare gli utenti su un sito web.

Interazioni invece sceglie utenti che mettono molte reazioni e commenti ai post o che tendono a seguire più facilmente le pagine. È utilizzata per aumentare like e commenti di un post o per aumentare i Mi Piace della pagina.

Installazioni dell’app invece prende un pubblico che è predisposto a scaricare un’app dopo che ne vede una pubblicità.

Visualizzazione del video cerca utenti predisposti a vedere video per più di 15 secondi in modo da focalizzare maggiormente l’attenzione su un video che si vuole mostrare.

Generazione di contatti è uno degli obbiettivi più complessi, poiché richiede all’utente di rilasciare dati personali come nome, email e numero di telefono. Possono essere richiesti sia tramite un form su Facebook, sia con un link al form presente su un sito web esterno.

Messaggi invece serve per trovare utenti propensi al contattare la pagina in modo diretto e ti permette di scegliere la piattaforma preferita su cui essere contattati (Messenger di Facebook, Whatsapp, Instagram Direct).

Conversione

Quest’ultima categoria è quella che chiede all’utente lo sforzo maggiore, la conclusione del percorso attraverso il tuo brand tramite una conversione, come per esempio l’acquisto di un prodotto. Gli obbiettivi sono 3: Conversioni, Vendita dei prodotti del catalogo e Traffico nel punto vendita.

Conversioni permette di scegliere uno specifico evento da focalizzare come obbiettivo che deve essere effettuato sul sito web, che può essere l’aggiunta al carrello, l’acquisto, il download di una guida, ecc…

Vendita dei prodotti del catalogo invece richiede la presenza di un catalogo di prodotti pubblicato su Facebook, che sarà utilizzato e visualizzato nell’inserzione per portare direttamente gli utenti a concludere l’acquisto visualizzando prodotti più affini a loro o prodotti che avevano aggiunto al carrello in passato.

Traffico nel punto vendita richiede che sia registrata la sede del punto vendita su Facebook e cerca utenti che potrebbero presentarsi al negozio nei giorni successivi alla visione dell’inserzione. Questo tipo di conversione è l’unica che passa direttamente dall’online all’offline, concludendosi tramite una presenza fisica.

Secondo livello: Gruppo di inserzioni

Dopo aver scelto l’obbiettivo della campagna si arriva ad un punto cruciale: il Gruppo di inserzioni. In questo livello bisognerà decidere chi vedrà la nostra inserzione e per quanto durerà. Innanzitutto definiremo il budget e la durata della campagna pubblicitaria, dopodiché sceglieremo il pubblico a cui sarà destinata e infine il suo posizionamento. Una volta inserite tutte le variabili vedremo una stima relativa al pubblico potenziale, la copertura giornaliera stimata e la stima del numero di eventi di conversione giornalieri.

Facebook Ads
Schermata dove vengono stimati i risultati della campagna dopo la definizione di budget, durata, pubblico e posizionamento.

Budget e programmazione

Facebook Ads
In questa schermata di Facebook Ads dobbiamo decidere due punti fondamentali della nostra pubblicità: budget e durata.

Il budget può essere impostato sia a livello di spesa giornaliero, sia a livello di spesa totale (in questo caso sarà necessario indicare una fine per la campagna). Rispetto al budget spendibile giornalmente Facebook si permette una forbice del 25% di spesa, ma all’interno di una settimana spenderà precisamente il budget prefissato (esempio: 1,00€ giornaliero: Facebook spenderà da 0,75€ a 1,25€ al giorno ma sempre 7,00€ alla settimana).

La durata invece si imposta scegliendo una data e un orario di partenza e facoltativamente una fine (diventa obbligatorio in caso di impostazione di budget totale e non giornaliero). Oltre alla scelta dei giorni, cliccando su mostra altre opzioni si possono scegliere le fasce orarie della giornata in cui sarà mostrata l’inserzione. L’impostazione predefinita è quella di mostrare continuativamente l’inserzione nel corso della giornata.

Pubblico

Pubblico

Nella definizione del pubblico abbiamo 3 possibilità per definire la scelta degli utenti che vedranno la nostra inserzione: pubblico per interessi, personalizzato e simile. Questi pubblici possono essere utilizzati anche assieme, ma noi raccomandiamo una divisione in più gruppi di inserzioni, almeno nella fase di test della campagna, per poter comprendere quali stanno portando risultati e quali no. Solo così si potrà ottimizzare al 100% una campagna.

Interessi

Questo è il pubblico più “semplice” da creare poiché basta scegliere uno o più luoghi da cui prendere utenti, età e genere. Si possono targetizzare ulteriormente gli utenti inserendo dati demografici, interessi e comportamenti da includere o escludere per definire nel dettaglio il pubblico(Esempio: interessi: Calcio, Cristiano Ronaldo; escludi: Basket). Se si vuole ottenere una definizione ancora più precisa si possono concatenare gli interessi tra di loro (Esempio: interessi: Calcio e Cristiano Ronaldo). Nel caso sia necessario si può anche definire la lingua degli utenti (è consigliabile utilizzarla solo in casi in cui non sia la lingua principale del paese).

Personalizzato

Questo pubblico permette di scegliere le persone che riceveranno la sponsorizzazione attraverso delle origini bene definite. Per esempio si possono selezionare le persone che hanno visitato il sito web negli ultimi 30 giorni, oppure chi interagisce con la pagina Facebook, chi ha effettuato un acquisto sul sito negli ultimi 180 giorni, un file di contatti e molte altre possibili origini. Questo permette di prendere un pubblico caldo, già a conoscenza del brand, ma molto più piccolo e definito.

Simile

Questo pubblico è gestito in gran parte da Facebook, è un pubblico freddo basato su un pubblico caldo. Partendo da un pubblico personalizzato, col pubblico simile si può richiedere a Facebook di cercare persone simili a quelle selezionate. Saranno selezionate persone con dati demografici, interessi e comportamenti comuni agli utenti dell’origine scelta.

Terzo livello: Inserzione

Eccoci giunti alla fase finale della nostra inserzione su Facebook Ads, la creatività. Le cose più importanti sono state definite e siamo arrivati al passaggio finale, non ci resta che fare gol!

Inserzione

Innanzitutto assicuriamoci di aver selezionato la pagina Facebook e Instagram corretta, dopodiché possiamo proseguire scegliendo la tipologia di creatività che vogliamo tra immagine o video singolo, carosello, raccolta e creatività dinamiche.

L’ultima in particolare permette di inserire fino a un massimo di 5 immagini/video e 5 testi che verranno intersecati tra di loro in modo automatico da Facebook creando molte alternative che verranno poi ottimizzate automaticamente in base alle performance.

Una volta scelto il visual possiamo passare all’inserimento del nostro testo (accattivante, mi raccomando) e, facoltativamente, fornire titolo e/o descrizione.

Per concludere possiamo scegliere di inserire il link al nostro sito web o a una pagina specifica e di conseguenza scegliere tra la lista delle call to action la più adeguata per il nostro obbiettivo. Ricordatevi che la scelta della call to action è fondamentale, non limitatevi a selezionare sempre “Scopri di più” ma dite all’utente che azione volete che effettui cliccando sul link.

In caso di campagna con obbiettivo “Generazione di contatti” con form su Facebook, dovrete costruire il form. Questo processo è semplicissimo e guidato da Facebook in modo chiaro e preciso.

Avete fatto tutto? Bene, ora ricontrollate attentamente tutta la campagna e le voci inserite.

È tutto corretto? Non vi resta che premere invio e monitorare la vostra campagna su Facebook Ads!

Share:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su vk
Condividi su whatsapp