Abbonamenti instagram

Abbonamenti Instagram: una nuova funzione a pagamento?

Dovremmo davvero pagare degli abbonamenti per vedere alcuni contenuti su Instagram?

Negli ultimi anni varie piattaforme hanno proposto con successo modelli a subscription in cui i fan potevano abbonarsi e finanziare i propri creators preferiti.

Piattaforme come OnlyFans e Patreon sono cresciute esponenzialmente nell’ultimo periodo, offrendo uno spazio a chi non ne trovava sui social tradizionali.
Questo per motivi di policy sulla censura sui contenuti, o semplicemente perchè i creators non si sentivano remunerati adeguatamente per l’impegno dedicato ai propri contenuti.

Come funzioneranno gli abbonamenti Instagram?

L’indiscrezione sulla nuova funzione Instagram viene dal sito specializzato TechCrunch. La novità è stata notata da alcune società di analisi che si occupano di monitorare gli ecosistemi delle app.

Secondo le voci, Instagram ha ricevuto su iOS un aggiornamento che contiene la possibilità di un nuovo tipo di acquisti in-app denominati “Abbonamenti Instagram“.

I prezzi andrebbero dai 0,99 ai 4,99 dollari per l’accesso a contenuti speciali e alle “Storie Esclusive” solo per gli abbonati.

Sembrerebbe anche in programma un “Member Badge“, un simbolo riconoscitivo che dovrebbe comparire accanto al nickname degli abbonati a un canale.

Twitter e altri tentativi

Instagram non è certo il primo fra i grandi social a pensare di proporre degli abbonamenti. In questo articolo qualche mese fa vi avevamo parlato di una proposta simile fatta da Twitter al suo ultimo incontro annuale con gli investitori.

Il progetto di Twitter si chiama Super Follows, e similmente ad Instagram vorrebbe offrire la possibilità di abbonarsi per ricevere contenuti speciali, postati da account di alto profilo.

Anche TikTok, Snapchat, Pinterest e YouTube ultimamente stanno lavorando a progetti simili, che vogliono offrire la possibilità di monetizzare i contenuti sull’app da parte di chi li crea.

Conclusioni

L’head di Instagram Adam Mosseri si era già detto favorevole, durante una conferenza di qualche mese fa, alla monetizzazione dei contenuti sulla piattaforma.

Durante il suo discorso aveva ribadito che Instagram non è più “just a square photo-sharing app“. Non solo condivisione, insomma, ma anche e soprattutto business.

Le voci di questa nuova funzionalità potrebbero quindi non essere troppo lontane dal diventare realtà. Ciò che è certo, è che questa sarebbe una svolta importante per l’ecosistema di Instagram.


E voi paghereste per ricevere contenuti speciali dai vostri creators preferiti?

Share:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su vk
Condividi su whatsapp